Bangladesh: adozione per i bambini Dalit

22 novembre 2017 di Alex Gusella | tag: , ,

condividi »

Nel mondo milioni di bambini vivono ai margini della società. In Bangladesh li chiamano “intoccabili”, o “fuori casta”. Il loro futuro sembra segnato, ma con un’adozione a distanza possiamo dare ai bambini Dalit la possibilità di andare a scuola e cambiare il corso della loro vita.

Dalit: fuori casta, intoccabili

Bangladesh-dalit-villaggio

I Dalit vivono in villaggi di campagna, con poche scuole e senza ospedali

In Bangladesh vivono 3,5 milioni di Dalit: questo termine significa «fuori casta», «intoccabili». Emarginati dal punto di vista sociale, economico e politico i Dalit vivono in condizioni di povertà estrema e svolgono i lavori più umili. Si concentrano per lo più in comunità isolate, in villaggi di campagna con pochi servizi scolastici, strade in cattivo stato e strutture sanitarie assenti.

Questa forma di discriminazione non risparmia i bambini e incide in modo pesante sul loro futuro. La maggior parte dei bambini Dalit infatti non va a scuola o la abbandona. Questo accade anche perché nelle scuole pubbliche i bambini Dalit sono discriminati da quelli di casta e persino dagli insegnanti. E i dati purtroppo parlano chiaro: il tasso di alfabetizzazione dei Dalit è stimato al 36% (contro il 61% nazionale).

 

Bangladesh: il nostro impegno in 12 villaggi Dalit

Mission Bambini dal 2013 sostiene un progetto pluriennale in 12 villaggi Dalit per promuovere l’accesso all’educazione attraverso varie azioni: innanzitutto la sensibilizzazione delle comunità sull’importanza dell’educazione, poi la fornitura di materiale didattico per 1.000 bambini e il sostegno a 12 doposcuola.

Il progetto è realizzato con la NGO locale “Dalit”, fondata nel 1998 da Lino Swopon Das. Nato Dalit, Lino si è riscattato da una vita di miseria grazie all’incontro con un missionario italiano che gli ha permesso di studiare. Per questo ha deciso di dedicare la sua vita a liberare i bambini Dalit dall’oppressione attraverso l’educazione, come ha raccontato in un’intervista al settimanale Famiglia Cristiana.

Educare per liberare dall’oppressione

L’impegno di Lino coincide con il nostro: anche noi siamo convinti che un reale miglioramento nelle condizioni di vita di milioni di bambini può partire solo dall’istruzione. I risultati del nostro progetto sono tangibili: abbiamo riscontrato che tra i bambini sostenuti, 4 su 5 continuano a frequentare la scuola. Il fenomeno dell’abbandono è drasticamente calato.

Onath aspetta il tuo aiuto

Bangladesh-dalit-Onath-Mission-Bambini

Onath è nato “fuori casta”, aspetta il tuo aiuto per riscattarsi

Tra i bambini che vivono in uno dei 12 villaggi coinvolti nel nostro progetto, nel distretto di Tala, c’è Onath. Nato in una famiglia Dalit, Onath e i genitori vivono ai margini della società. La mamma e il papà sono analfabeti e anche lui purtroppo sembra condannato allo stesso triste futuro. Ma con un’adozione a distanza possiamo cambiare insieme una storia già scritta: dai a Onath e ad altri bambini Dalit come lui la possibilità di andare a scuola, ricevere un’alimentazione adeguata per la sua età e ricevere cure quando è ammalato.

Un’adozione a distanza per i bambini Dalit del Bangladesh

Se deciderai di sottoscrivere un’adozione a distanza per i bambini del Bangladesh, nel giro di pochi giorni riceverai maggiori informazioni su Onath e gli altri bambini come lui che aiutiamo a Tala. Due volte all’anno inoltre riceverai loro notizie, conoscerai i loro nomi, le loro storie. Li vedrai crescere attraverso i loro disegni, le loro lettere, i loro sogni. Cosa aspetti? Dona un futuro migliore a questi bambini! Adotta a distanza Onath e i bambini Dalit.