Come fare un testamento solidale per beneficenza

12 novembre 2015 di Stefania Donadelli | tag:

condividi »

Fare testamento è prima di tutto un gesto di responsabilità verso i nostri cari perché ne tutela i diritti. Con un testamento, fatto nel rispetto della legge, ognuno può esprimere la sua volontà, evitando conflitti di famiglia e salvaguardando i diritti delle persone che più ci stanno a cuore.

Il legislatore ha riconosciuto a ciascuno di noi la possibilità, attraverso lo strumento del testamento, di disporre della suddivisione del proprio quando si sarà cessato di vivere.
Fare testamento è semplice, ma bisogna seguire delle regole precise affinché non venga contestato o impugnato dai parenti.

Esistono due principali forme di testamento:

IL TESTAMENTO OLOGRAFO
È la forma più semplice, scritta a mano dal testatore. Per essere valido deve rispettare alcuni requisiti fondamentali:
• le volontà devono essere scritte interamente di pugno dal testatore con la sua scrittura abituale, seguite dalla data e dalla firma. Se scritto a macchina o se incompleto il testamento non ha valore;
• è sempre meglio farne tre copie, una da conservare, una da consegnare a una persona di fiducia e una da depositare presso un notaio.

IL TESTAMENTO PUBBLICO
Viene redatto da un notaio secondo la volontà che il testatore gli comunica oralmente e alla presenza di due testimoni.
Di solito si pensa che i notai siano molto costosi, nel caso del testamento però i costi dei notai, in quanto pubblici ufficiali, sono regolati da una tariffa nazionale stabilita per legge.
La Fondazione Mission Bambini Onlus collabora con un notaio di fiducia, chiunque sia interessato ad avere una consulenza può contattarlo attraverso la Fondazione stessa.

Fare testamento quindi può portare il bene laddove attraverso di esso si compiano delle attribuzioni a favore di enti che svolgono attività benefiche.
Esso è infatti un valido strumento per permettere ad ognuno di noi di fare qualcosa per altri soggetti estranei alla propria cerchia familiare, consentendo a persone meno fortunate di migliorare la loro qualità della vita, agevolando la ricerca medica e scientifica e sostenendo le associazioni di volontariato che assistono questi soggetti nei mille problemi quotidiani che devono affrontare.

Un lascito testamentario a favore di un bimbo privo dei diritti più elementari è un inno alla vita, un investimento per un futuro migliore per il bambino e per tutti.

In quindici anni di attività Mission Bambini ha sostenuto più di 1.200.000 bambini e giovani, realizzando oltre 1.250 progetti di aiuto in Italia e in altri 72 Paesi nel mondo, operando con la convinzione che l’aiuto dato ai bambini bisognosi non dia sollievo soltanto a chi soffre, ma contribuisca al benessere dell’umanità intera.

Con un lascito a favore di Mission Bambini è anche possibile scegliere la destinazione della propria donazione a favore di progetti d’aiuto sia in Italia sia nel mondo.

Per ulteriori informazioni potete visitare la sezione www.missionbambini.org/lasciti-e-testamenti oppure contattarmi direttamente al numero 02210024306.

Floriana-Testamento