Il coraggio di una mamma

2 dicembre 2015 di Stefania Donadelli | tag: ,

condividi »

Oggi voglio raccontare la storia di Shakin che è finalmente guarito, finalmente in braccio alla sua mamma, felice. È un bimbo cambogiano e ha un anno e mezzo, ma la sua vita non è stata semplice fin dall’inizio.

È nato con una malattia congenita al cuore che i medici del suo villaggio non hanno riconosciuto. La sua mamma Linna, però, capiva che non tutto andava bene: Shakin respirava a fatica, mangiava pochissimo perché restava presto senza fiato, non piangeva quasi, si muoveva poco, la sua carnagione era spesso livida…

Linna è poverissima, vive in una capanna di legno, ha un piccolo orto e il minimo per sopravvivere, ma il
dolore per la malattia di Shakin le ha dato coraggio: è partita, da sola con il piccolo e lo ha accompagnato a Siem Reap, all’Angkor Hospital for Children, dove più volte nel corso dell’anno è presente l’équipe di medici volontari di
Mission Bambini.

Il suo gesto è stato premiato: Shakin è stato visitato, i medici hanno capito immediatamente che era
necessario un intervento urgente al suo cuore, lo hanno operato dopo pochi giorni e ora il bimbo è salvo ed è tornato a casa con la sua mamma.

Ma come Shakin ci sono tanti, tantissimi bambini malati di cuore che hanno bisogno del nostro aiuto.

Ogni anno nascono più di un milione di bambini con malattie congenite al cuore. Circa 800.000 vengono alla luce nei Paesi più poveri, dove manca personale medico specializzato, dove queste malattie non vengono riconosciute in tempo, dove i genitori sono privi di mezzi e non possono sostenere il costo di un’operazione… Il destino di questi bambini è inevitabilmente segnato.

È una situazione terribile che ha bisogno di un nostro intervento immediato. Certo, da soli non possiamo salvarli tutti, ma insieme, possiamo fare molto. Nell’ultima visita all’Angkor Hospital for Children, la nostra equipe medica ha segnalato 50 bambini che non possono più aspettare: le loro condizioni sono quasi disperate e devono essere operati al più presto.

Proprio in questi giorni è programmata un’altra missione in Cambogia per intervenire con urgenza e salvare la vita dei 10 bambini cardiopatici più gravi. L’equipe medica è composta da dieci professionisti, in particolare due cardiochirurghi, due cardiologi, anestesisti e infermieri di terapia intensiva. Questi medici lavorano nei migliori ospedali europei (in città come Milano, Madrid e Southampton) e partecipano alle missioni a titolo volontario e gratuito. Il loro compito sarà quello di operare i casi più urgenti e al tempo stesso di formare i medici del posto, in modo che un giorno potranno eseguire gli interventi in autonomia. Le missioni vengono ripetute più volte negli stessi ospedali proprio con questo obiettivo.

Vi aggiorneremo presto in diretta dalla missione!

Per donazioni a sostegno del programma “Cuore di bimbi”:

farmaci-cuore-di-bimbicon 30 euro doni i farmaci per la fase post-operatoria

volo-cuore-di-bimbicon 50 euro doni 1.000 km di volo di un medico in missione

materiale-medico-cuore-di-bimbicon 100 euro contribuisci a fornire il materiale medico per le  operazioni

Puoi donare:

  • online con carta di credito sul sito missionbambini.org
  • con bonifico bancario intestato a Fondazione Mission Bambini Onlus IBAN IBAN IT63U0335901600100000067111