Dichiarazione dei redditi 2016: i documenti e le scadenze

4 maggio 2016 di Stefania Donadelli | tag: , ,

condividi »

Hai tutto pronto per la dichiarazione dei redditi 2016?

In questo articolo puoi trovare riassunte le scadenze e i documenti utili da presentare per beneficiare delle agevolazioni fiscali, insieme ad alcuni consigli per non sprecare il proprio 5×1000.

Ecco i documenti utili per la dichiarazione dei redditi:

Dichiarazione-redditi-2016
1) DOCUMENTAZIONE RELATIVA AI REDDITI PERCEPITI.
Certificazione Unica per dipendenti e pensionati, risultati contabili per i professionisti, affitti di terreni e fabbricati e altri.
2) ATTESTATI DI VERSAMENTO DELLE IMPOSTE.
Acconti e saldi dell’IRPEF, IRAP, INPS, cedolari secche e altri.
3) CONTRIBUTI VERSATI PER FAMILIARI A CARICO.
Spese di asili nido, assegno periodico al coniuge, attività sportive per ragazzi, istruzione e altri.
4) DOCUMENTAZIONE RELATIVA AGLI ONERI SOSTENUTI.
Interessi passivi mutuo, assicurazioni vita e infortuni, spese per riqualificazione energetica e del patrimonio edilizio, contratti di locazione.
5) SPESE SANITARIE.
Visite specialistiche, prestazioni medico generico, ticket per analisi e radiografie, visite veterinarie, scontrini acquisto farmaci da banco e altri.
6) EROGAZIONI LIBERALI.
A favore di ONLUS, associazioni sportive, attività culturali, partiti politici, società mutuo soccorso e altri.

Ecco le scadenze 2016 per la dichiarazione dei redditi:

Entro il 28 febbraio vengono trasmessi all’Agenzia delle Entrate i dati relativi alle spese deducibili e detraibili dal 730.
Entro il 7 marzo i sostituiti di imposta inviano all’Agenzia, i dati relativi al nuovo modello CU che ha sostituito il vecchio CUD per pensionati, dipendenti, ed ora valido anche per la certificazione unica autonomi.
Scadenza dichiarazione dei redditi modello 730 2016 7 luglio per:
• Sostituti d’imposta che prestano assistenza fiscale diretta o tramite intermediari;
• Chi invia il 730 precompilato da solo;
• Caf e commercialisti e intermediari abilitati.

Scadenza UNICO:
entro il 30 settembre 2016: se il modello Unico viene trasmesso per via telematica all’Agenzia delle Entrate utilizzando i servizi on line Fisconline ed Entratel dell’Agenzia previa registrazione e con PIN, oppure, consegnando il modello tramite intermediari autorizzati.

Non dimenticare di destinare il tuo 5×1000!

Insieme a Mission Bambini con il tuo 5×1000 puoi garantire sostegno nello studio a bambini e ragazzi in difficoltà.
In Italia il 17% degli alunni abbandona precocemente la scuola, generando situazioni di disagio e disoccupazione. È una percentuale tra le più alte d’Europa. Con il tuo 5×1000 puoi contrastare l’abbandono scolastico e garantire il successo nello studio a 10.000 alunni in difficoltà in tutta Italia.

Per saperne di più: www.missionbambini.org/cosa-puoi-fare-tu/dona-il-tuo-5×1000

Firma nella casella del Volontariato e inserisci il codice fiscale della Fondazione Mission Bambini: 13022270154.