Romania: missione medica salva 3 bambini

3 ottobre 2017 di Alex Gusella | tag: , , ,

condividi »

Sono tre i bambini gravemente cardiopatici salvati durante l’ultima missione organizzata da Mission Bambini nell’ambito del progetto “Cuore di bimbi”, conclusa il 1° ottobre. Mèta della missione lo Spitalul Monza di Bucarest, capitale della Romania. Protagonisti due medici volontari dell’Ospedale Niguarda Ca’ Granda di Milano: il Dr. Stefano Marianeschi, Responsabile della Cardiochirurgia Pediatrica e il Dr. Giuseppe Annoni, cardiologo.

In Romania per essere operati

“Sono sempre interventi molto delicati quelli al cuore – spiega il Dr. Marianeschi. Quindi è necessario non perdere mai la concentrazione. Durante questa missione un bambino di pochi mesi di vita è stato operato tramite cateterismo dal Dr. Annoni. Gli altri due interventi li ho eseguiti io a cuore fermo: il primo su un ragazzino di tredici anni, il secondo su una bambina di quasi un anno. Tutte le operazioni sono perfettamente riuscite”.

Markaj, Besmir e Elsker – questi i nomi dei tre bambini operati – sono arrivati in Romania dall’Albania insieme alle loro mamme. Nel loro Paese non avevano la possibilità di essere curati per mancanza di ospedali adeguatamente attrezzati e di medici specializzati. Per questo Mission Bambini ha organizzato e finanziato questa nuova missione facendosi carico dei costi di viaggio. Ora la vita di questi tre bambini è salva e la nostra soddisfazione è grande: per questo vogliamo condividerla con tutti i nostri sostenitori.

Anche dj Squalo in missione in Romania

Insieme ai medici, è partito in missione per la Romania Marco Iaconianni in arte dj Squalo di Radio 105, che è un affezionato testimonial di Mission Bambini. “Appena arrivato a Bucarest mi ha impressionato lo sguardo di queste mamme, impaurite per la gravità delle operazioni che i loro figli stavano per affrontare – racconta Marco. Ma nei loro occhi si leggeva tanta speranza. Oggi sono felice di mostrarvi la loro felicità per la riuscita degli interventi che permetteranno a questi bambini di avere una vita sana”.

Dj Squalo era alla sua seconda esperienza in missione: nel dicembre 2014 era stato con noi in Cambogia. E oggi come allora ha raccontato in diretta ai microfoni di Radio 105 le storie dei bambini cardiopatici operati e ha intervistato i medici. Fino al 9 ottobre, tutti possono sostenere il progetto “Cuore di bimbi” inviando Sms al 45526 e dj Squalo ha invitato più volte il suo pubblico a donare. “Ho partecipato alla missione per testimoniare quello che succede – conclude Marco. Gli ascoltatori sentono tanti appelli per donare con Sms, ma tante volte non hanno un riscontro su come vengono utilizzati i fondi. Io ho visto con i miei occhi e ho potuto raccontare come i fondi raccolti da Mission Bambini servano effettivamente a salvare la vita ai bambini malati di cuore”.

Dj Squalo (a sinistra) e il volontario di Mission Bambini Roberto Bercè (a destra) insieme alle mamme e ai bambini operati durante la missione in Romania.

Ma dj Squalo non è stato il solo testimone del prezioso impegno dei nostri medici. Insieme a lui, ha partecipato alla missione anche Roberto Bercè, volontario e Ambasciatore di Mission Bambini. “Questa è stata la mia decima missione – racconta Roberto. Ma devo dire che le emozioni che vivo sono sempre travolgenti. Condividere l’angoscia delle mamme prima degli interventi, assistere in sala operatoria al preciso momento in cui il piccolo cuore del bambino operato torna a battere dopo che il cardiochirurgo ha concluso il suo lavoro, il primo sorriso dei bambini quando cominciano a riprendere forze nei giorni successivi all’operazione. E’ un alternarsi di emozioni, che ogni volta lasciano un ricordo indelebile nel mio cuore”.

Cuore di bimbi: aiutaci anche tu

Il nostro prossimo obiettivo è di salvare altri 320 bambini nati con il cuore malato in Birmania, Cambogia, Uganda, Zambia e Zimbabwe. Aiutaci anche tu: scopri come sostenere il Programma “Cuore di bimbi”.

Mission Bambini ringrazia Dj Squalo e Radio 105 per il sostegno al progetto “Cuore di bimbi”!