Un sogno che diventa realtà

6 marzo 2016 di Alessia Gilardo | tag: , , ,

condividi »

Neanche le macchine con altoparlanti ad altissimo volume con i messaggi dei candidati per le imminenti elezioni nazionali riescono a destare maggiore interesse della notizia che in questi giorni è sulla bocca di tutte le famiglie di Puerto Plata e dei paesi vicini: 90 bambini poveri martedì potranno entrare nel più grande parco divertimenti del Paese.

Nel centro che accoglie i piccoli maggiormente in difficoltà che vivono a Puerto Plata, i bambini da quando hanno saputo che potranno vivere questa esperienza sono diventati ancora più diligenti e studiosi: sanno che il grande giorno sta per arrivare e non vogliono perdere l’opportunità di varcare la soglia del parco per un eventuale loro “sgarro”.

Ma non se ne parla solo nel centro…

Alessia&Silvana

Alessia Gilardo insieme alla mamma blogger Silvana Santo, in arte “Una mamma green”, in visita al centro sostenuto da Mission Bambini a Puerto Plata con le adozioni a distanza.

Mentre con Karen, la referente locale di Mission Bambini, percorriamo una strada non asfaltata, ricoperta di sassi, incontriamo un gruppo di bambini nudi che stanno facendo il bagno in un fiumiciattolo. Saltano fuori dall’acqua, rincorrono la macchina e chiedono a Karen con grandi sorrisi: “Martedì nuoteremo con i delfini, vero?”

Raggiungiamo un piccolo paese ai piedi della montagna per consegnare le lettere dei donatori delle adozioni a distanza: ci viene incontro una mamma per chiedere conferma a Karen che i suoi figli tra pochi giorni potranno entrare davvero nel grande parco.

Prima di tornare a casa ci fermiamo da un fruttivendolo ambulante; il figlio del venditore, un bambino di circa 8 anni, ci prepara un sacchetto con le banane migliori e poi ci saluta dicendo: “martedì partiamo alle ore 8.30? Alle 8 sarò al centro!”

Alla sera parlo con un’educatrice del centro e le racconto di tutti i bimbi incontrati che non vedono l’ora di vivere la gita. Mi ascolta, mi sorride e mi dice che anche per lei sarà la prima volta in cui entrerà in questo parco divertimenti!

E ancora di più capisco e respiro con grande emozione questa atmosfera di attesa che aleggia tra le piccole vie di questa città, dove i bimbi corrono per le strade e si preparano a martedì, quando vivranno finalmente un loro grande sogno.

Grazie a tutti i donatori che hanno reso possibile organizzare questa gita!
Manca ancora qualche quota: finora abbiamo raccolto 1.492 euro che serviranno per portare in gita 83 bambini.

7 bambini sono ancora in attesa di un aiuto per poter vivere anche loro una giornata indimenticabile. Ci aiutate a realizzare un sogno? c’è tempo solo fino a domani, 7 marzo, su http://kapipal.com

Potrete vedere le foto della giornata seguendo #azzeraladistanza.

 

Come adottare a distanza un bambino di Puerto Plata:

Per sostenere un bambino della Rep. Dominicana attraverso un’adozione a distanza bastano 25 euro al mese, neanche il costo di un caffè al giorno!  La donazione permetterà al bambino di ricevere un pasto quotidiano al centro, di frequentare la scuola e di avere i materiali didattici necessari (zaino, quaderni, biro) per lo studio.

Riceverai 2-3 aggiornamenti all’anno con disegni, letterine o altro materiale proveniente dai bambini insieme al rendiconto delle attività realizzate grazie al tuo contributo, oltre alle fotografie del bambino e a una scheda con i suoi sviluppi e progressi. Potrai inoltre scrivere al bambino adottato e, se lo vorrai, andare a visitare tu stesso il progetto!

Per maggiori info e per attivare un’adozione a distanza: http://bit.ly/azzera-la-distanza