Storia di Marcel. Una vita normale, che normale non è

2 febbraio 2015 di Alex Gusella | tag: , , , ,

condividi »

marcel-missionbambiniMarcel, Marcel… vieni su, è pronto!“. Marcel si gira e guarda in alto verso la mamma affacciata alla finestra. Sta giocando in cortile con gli amici, in sella alla sua bicicletta rossa che papà gli ha regalato. Dà un cenno di risposta alla mamma, saluta gli amici e pedalando si avvia veloce verso casa.

Oggi Marcel me lo immagino così, nel suo quartiere alla periferia di Tashkent, in Uzbekistan. Una scena di ordinaria quotidianità, scontata quasi. Una conquista invece, per Marcel e per la sua famiglia. Sì, una conquista, perché Marcel è nato cardiopatico e fino a poco meno di tre anni fa anche solo a camminare faceva fatica.

Già, tre anni fa, quando cambiò la sua vita. Era luglio, dall’Italia arrivarono dei medici mandati da una Fondazione, bravi, per lui, per operarlo al cuore. Perché i medici dell’ospedale dove lo portava la mamma, le mani sul suo cuore malato non potevano metterle: era inoperabile, avevano detto alla mamma. Ma i medici italiani, loro sì, lo operarono: 6 ore di intervento che gli salvarono la vita.

Marcel lo abbiamo rincontrato l’anno scorso, e sta bene davvero, non è solo immaginazione. Lo abbiamo incontrato per una visita di controllo. Sì, perché Mission Bambini in Uzbekistan continua ad organizzare missioni di medici volontari, per salvare la vita di tanti altri bambini come Marcel e per vedere come stanno quelli già operati.
Conoscerete anche voi Marcel e la sua famiglia, nel video che segue: un estratto del reportage “In Asia batte un cuore italiano”, realizzato dal giornalista di Avvenire Vito Salinaro, con fotografia e montaggio di Francesco Giase, per raccontare la missione in Uzbekistan del luglio 2012.

Nel video Marcel non lo vedrete mai sorridere, ma oggi – lo sapete – la sua vita è diversa: sorride, corre, va in bicicletta… fa la vita normale di un bambino. Che per molti bambini che nascono con una malattia al cuore normale non è. È una conquista…