Bomet: il viaggio di Giorgia, Riccardo, Maria Cristina e Silvia

7 Febbraio 2019 di Arianna Nobili | tag:

condividi »

Il Kenya è il Paese africano dove  Giorgia Bottacchi, Riccardo Claus, Maria Cristina Mapelli e Silvia Pesciolini, volontari di Mission Bambini, hanno vissuto dal 26 agosto all’8 settembre 2018 la loro prima esperienza di volontariato all’estero più precisamente a Bomet. Con una missione: condividere la quotidianità dei bambini che grazie all’impegno di Mr. Bet frequentano la Mosop School e di alcuni che sono accolti presso la Casa di Laura. Al ritorno dal viaggio, ci hanno resi partecipi della loro esperienza attraverso i loro racconti.


Bomet, il viaggio di Giorgia, Riccardo, Maria Cristina e Silvia: conosciamo meglio i volontari

Giorgia e Riccardo hanno quasi 35 anni, sono originari di Novara ma vivono a Milano da ormai 6 anni. Lei lavora in banca, lui come consulente informatico, e dopo neanche due anni di conoscenza con la Fondazione hanno voluto prendere parte per la prima volta ad una missione. “Era un’esperienza che volevamo fare fortemente. Dopo aver già collaborato con la Fondazione per altri progetti – bomboniere solidali, adozione a distanza – sentivamo che era arrivato il momento giusto, anzi avremmo voluto anticipare di un anno ma parte del 2017 era stata dedicata al matrimonio e al viaggio di nozze”.

Maria Cristina, invece, è un avvocato ed esercita la professione a Milano. Proprio grazie al suo lavoro è entrata in contatto con la Fondazione due anni fa e l’estate scorsa, dopo aver partecipato in primavera quale volontaria al “Banco per l’infanzia”, ha deciso di partire unitamente a Giorgia, Riccardo e Silvia per visitare il progetto a Bomet e fare una prima esperienza di volontariato all’estero. “Dopo aver partecipato ad ina giornata di formazione sul volontariato organizzato da Mission Bambini, ho capito di avere, finalmente, la forza interiore e la motivazione necessarie per vivere un’esperienza di volontariato intensa e realizzare un desiderio che coltivavo da tempo.”

Anche Silvia è un avvocato, esercita a Firenze, e da tantissimi anni desiderava fare un’esperienza di volontariato per dare un piccolo supporto ai bambini provenienti dai paesi meno fortunati. Dopo aver conosciuto la Fondazione tramite un medico di Firenze, ha capito che finalmente si era presentata l’occasione giusta: “appena sono venuta a conoscenza della Fondazione e dei suoi progetti,  non ho più avuto esitazioni e dopo tanti anni di attesa, in poco tempo ho deciso di buttarmi in questa avventura che si è rivelata unica e meravigliosa”

Bomet, il viaggio di Giorgia, Riccardo, Maria Cristina e Silvia: l’impressione dei volontari

Il Centro sostenuto da Mission Bambini, la Mosop Mission School gestita da Mr. Bet, si trova a dieci minuti di auto dal centro abitato con i servizi (mercato, market, banca…).

Bomet non ci è parsa assolutamente una cittadina pericolosa, ma ogni qualvolta ci è capitato di dover andare in banca o al supermercato siamo stati accompagnati, o da Enock, il figlio di Mr. Bet o dai professori. Insomma tutti con noi si sono dimostrati davvero disponibili”.

Bomet, il viaggio di Giorgia, Riccardo, Maria Cristina e Silvia: la Mosop School e la Laura’s Children Home

La Fondazione sostiene la Mosop School dal 2000, anno in cui ha contribuito al finanziamento della costruzione della Casa di Laura dove vengono accolti circa un centinaio di bambini orfani della zona.

La scuola avviata da Mr. Bet non offre solo educazione e cibo ai bambini che la frequentano (attualmente circa 450), ma fornisce loro un modello di famiglia e di educazione che vuole andare al di là delle conoscenze scolastiche.

Inoltre, grazie alla Fondazione e alle adozioni a distanza, gli orfani ospitati hanno accesso a accoglienza, educazione, cibo, servizi medici, abiti e attività ricreative.

Bomet, il viaggio di Giorgia, Riccardo, Maria Cristina e Silvia: come aiutare i bambini

Sicuramente l’obiettivo di una struttura come la Mosop School è quello di far crescere i bambini e i ragazzi in una condizione sana ed educativa. “Abbiamo visto un ambiente in cui i ragazzi hanno la possibilità di imparare la matematica, l’inglese e tante altre materie, e in cui vivono a contatto con la natura. Certo, se paragonato ai nostri standard, non possiamo non fare dei confronti in negativo… ma la volontà di Mr. Bet e della moglie – con il grande supporto della Fondazione e delle adozioni a distanza – e tutto quello che hanno fatto negli anni ha reso possibile la crescita della struttura, togliendo magari alcuni ragazzi dalla strada e dando loro e alle famiglie una possibilità di crescita per il futuro”.

“Sicuramente pensiamo che per Mr. Bet e per i professori, i volontari – seppur per poco tempo – siano una ventata di allegria e spensieratezza nella loro routine quotidiana”.

Bomet, il viaggio di Giorgia, Riccardo, Maria Cristina e Silvia: il dono dell’amore

Alla domanda su quale sia stata la motivazione che li ha spinti a partire, Giorgia e Riccardo rispondono così: “Ci ha spinto la voglia di conoscere da vicino questa realtà cui ci eravamo avvicinati con l’adozione a distanza. Siamo dell’opinione che due settimane siano davvero una goccia in mezzo al mare, ma speriamo con tutto il cuore di aver lasciato ai bambini e alla famiglia di Mr. Bet almeno la metà di quello che loro hanno donato a noi”.

Alla medesima domanda, Cristina ha risposto: “in tutta sincerità, la motivazione che mi ha spinto a partire è un po’ egoistica: volevo donare ai bambini un po’ di amore, ma già sapevo che ne avrei ricevuto indietro molto di più. Ed infatti così è stato”.

Silvia invece ha affermato: ”avevo bisogno di regalare dei sorrisi ai bambini ma, al tempo stesso, di apprendere  da loro la vera essenza delle vita  che spesso si dimentica nella nostra società  frenetica e voluttuaria”

Ringraziamo Giorgia, Riccardo, Maria Cristina e Silvia per la loro testimonianza.

Diventa anche tu volontario e parti in missione con noi!

Per sapere come diventare volontario di Mission Bambini partecipa a Volontariando,  una giornata di formazione in cui verranno presentate le proposte per fare volontariato con noi, all’estero e in Italia!

Compila qui la form e partecipa il 23 febbraio alle ore 14.00 presso la sede di Mission Bambini, in via Ronchi 17 a Milano
Ti aspettiamo!