Borse Rosa: il sogno di Kayla

15 Marzo 2019 di Arianna Nobili | tag: ,

condividi »

Markapur e Bollapalli sono due villaggi dell’Andhra Pradesh, situati in zone rurali e tristemente famose per la diffusione, ancora molto alta, del lavoro minorile. A Markapur sono presenti numerose cave di ardesia, da cui si estrae il materiale utile alla produzione delle lavagne.

La grande maggioranza delle famiglie, composte prevalentemente da membri delle classi inferiori o fuori casta, dipende completamente da questa attività. Tantissimi bambini, a causa delle condizioni di estrema povertà, sono costretti, insieme alle famiglie, a lavori pesanti, a volte forzati, legati alle diverse fasi della produzione di lavagne, senza alcuna assistenza medica e senza tutele contro gli abusi fisici e psicologici che subiscono quotidianamente. Oggi, grazie all’azione dell’Ong indiana ASSIST, i bambini lavoratori sono notevolmente diminuiti.

Il villaggio di Bollapalli, invece, si trova in una zona rurale molto isolata ed economicamente arretrata, dove le famiglie spesso si spostano alla ricerca di un lavoro temporaneo nei campi, lasciando i bambini da soli con gli anziani e costringendoli spesso a lavorare per integrare il misero reddito famigliare. Anche in questo contesto Assist è riuscita a rompere questo circolo vizioso di povertà, facendo comprendere alle famiglie l’importanza dell’educazione.

Grazie al contributo del programma Borse Rosa, è possibile far sì che questo importante lavoro svolto da Assist non venga vanificato: 170 ragazze vengono infatti sostenute nella fase finale del loro percorso scolastico.

Si tratta di ragazze iscritte agli ultimi anni della scuola secondaria e, in alcuni casi, alla scuola terziaria. Sostenere l’istruzione delle ragazze in questa fase finale è particolarmente importante perchè consente loro di concludere in modo positivo un percorso, spesso faticoso, raggiungendo il traguardo del diploma o della laurea.

Kayla è una delle 170 ragazze incluse nel programma, scelta per il grande impegno che mette nello studio: è una delle migliori studentesse della sua classe. Proviene da una famiglia molto povera della zona, e senza l’aiuto del programma Borse Rosa, non potrebbe portare a termine il suo percorso di studi.

Il suo sogno è diventare un medico, per questo a settembre si è iscritta presso l’istituto Zilla Parishad di Mallampeta, con l’obiettivo di laurearsi.

Altre ragazze come Kayla  hanno bisogno di aiuto per poter cambiare la propria difficile situazione, sostienile anche tu attraverso una Borsa Rosa »

Donale una scelta!

Ps: puoi sostenere il programma Borse Rosa anche attraverso l’acquisto di Perpetua, scoprila! »