Fani: la lunga scia di distruzione lasciata dal tifone in Bangladesh

25 Giugno 2019 di Lucia Pizzini | tag: , , ,

condividi »

Il tifone Fani, che lo scorso 3 maggio si è abbattuto sull’India e sul Bangladesh ha portato distruzione e morte nei due Paesi, provocando l’evacuazione di circa un milione di persone e una lunga scia di distruzione.

Anche a Tala, in Bangladesh, dove Mission Bambini è presente con un progetto di adozione a distanza a sostegno dei bambini Dalit (fuori casta), la popolazione è tuttora in una situazione di estrema emergenza: le famiglie si sono rifugiate presso un centro di accoglienza e grazie al supporto di tanti donatori ci siamo subito attivati per distribuire viveri e acqua e prevenire il diffondersi di casi di colera.

A quasi due mesi di distanza dal tifone Fani purtroppo la situazione non è ancora migliorata: il villaggio è ancora allagato e le foto che ci sono arrivate oggi dicono più di mille parole…


Lino Swapon, responsabile in loco del progetto ci scrive: “Al di là della distribuzione dei viveri, la vera emergenza è la mancanza di gestione delle acque del fiume che continuano ad allagare i villaggi: due volte al giorno con l’alta marea l’acqua del fiume esonda nel villaggio. Con la bassa marea il livello dell’acqua scende un po’, ma la situazione rimane grave. 270 famiglie sono molto a rischio: 50 hanno già lasciato la loro casa e vivono sulla strada“.

Il sostegno donato con le adozioni a distanza a sostegno di questi bambini è ancora più importante per aiutarli a uscire dalla lunga scia di distruzione lasciata dal tifone Fani. Non lasciamoli soli!

IMG-20190624-WA0004

Per aiutare i bambini di Tala a uscire dall’emergenza provocata da Fani:

Fai una donazione subito a sostegno dei bambini Dalit di Tala, indicando nella causale “Un aiuto per il Bangladesh”: dona online o dona con bonifico intestato alla Fondazione Mission Bambini all’IBAN IT19Q0306909606100000067111.