Il battesimo solidale della piccola Sofia

16 Gennaio 2019 di Arianna Nobili | tag: , ,

condividi »

Roberta Borsari è una volontaria di Mission Bambini, che diventata mamma per la prima volta di Sofia, ha deciso, come ci ha raccontato lei stessa, in occasione del battesimo della sua bambina di chiedere ad amici e parenti di fare una piccola donazione al progetto “Cuore di Bimbi” per la cura delle cardiopatie nei paesi più poveri del mondo al posto di un regalo materiale.

“L’arrivo di un figlio quando la tua vita sta andando da tutt’altra parte, è una di quelle esperienze che mai avrei pensato di affrontare.

Prima c’erano mille interessi e abitudini, persone e nuovi contesti che ricercavo con grande cura e attenzione e in cui mi buttavo a capo fitto seguendo il flusso della mia curiosità e passione.

La piccola Sofia con la sua mamma e il suo papà

Ogni cosa che facevo e a cui mi dedicavo era fonte di insegnamento e arricchimento personale.

Così vivevo anche il mio ruolo di volontaria di Mission, un impegno che sentivo essere una sorta di vocazione, a cui per anni ho dedicato tempo ed energie , da cui ho preso tantissima positività, forza, convinzione, motivazione e soddisfazione e che mi ha fatto crescere, diventando la donna che sono.

Dedicare il mio tempo libero a fare qualcosa per chi ne ha davvero bisogno è stata la mia mission per tanti anni.

Avevo già capito durante i miei primi viaggi all’estero di non essere capace di restare indifferente di fronte alla sofferenza di un bambino.

Avevo già capito che se io per prima non faccio qualcosa nella mia quotidianità per chi ha bisogno, non mi sento del tutto completa

Avevo già capito che dedicarmi al prossimo, nei modi e tempi in cui avrei potuto, avrebbe reso me e la mia vita migliore

Poi ho scoperto di aspettare la mia Sofia.

Ho iniziato a farmi tante altre domande, a pensare al futuro in maniera diversa, a chiedermi, in ogni cosa che facevo, se la stavo facendo nel modo migliore, per dimostrare a mia figlia, un giorno, che persona ero e che valori potevo trasmetterle. 

Mi sono chiesta mille volte al giorno se ero stata “giusta” o sbagliata, corretta o meno, educativa o diseducativa, dolce o nervosa, affettuosa, presente e via di aggettivi così….

Da quando è nata Sofia, ho cercato il modo per trasportare quella che sono stata fino ad un certo punto della mia vita, in questa mia nuova vita da mamma ed ho capito che la sola cosa che potevo fare era seguire il mio cuore, perché si sa, quello, alla fine, non sbaglia mai.

Quando abbiamo deciso di battezzarla, non abbiamo avuto alcun dubbio.

Abbiamo scelto Mission Bambini, progetto “Cuore di bimbi” .

Scegliere di dedicare il suo battesimo a Mission, è stato il primo passo per insegnare a Sofia che esistono anche gli altri e a volte, questi vengono prima di noi.

Scegliere di non ricevere doni materiali ha significato, per noi, l’occasione di lasciare a Sofia un unico dono dal valore incommensurabile: il valore della solidarietà    

Chiedere ad amici e parenti, al posto di un regalo, di destinarne il corrispettivo economico in una donazione per noi vuol dire pensare a tutti quei bambini meno fortunati che non avranno la vita di Sofia, ma che grazie a questo gesto, avranno almeno la speranza di poterla avere una vita.

Il messaggio di Roberta per gli invitati

La festa è stata bellissima, la cifra raccolta e donata è stata importante, io sono stata felice di aver costruito un primo ricordo significativo per me e per Sofia in questa mia nuova vita di mamma. 

Poter raccontare a mia figlia quanto abbiamo realizzato il giorno del suo battesimo.

E’ stato per me un primo obbiettivo raggiunto e spero potrà essere per lei un messaggio, di quanto ci renda ricchi impegnarci e fare qualcosa per aiutare gli altri.

Grazie a Mission per avermi aiutato a realizzare questo sogno… il primo di una lunga serie.”

Se anche tu, come Roberta, vuoi festeggiare in modo solidale il battesimo del tuo bambino  o il tuo lieto evento scopri le nostre bomboniere solidali e le raccolte fondi.