Un futuro per il piccolo Notion

11 Dicembre 2018 di Arianna Nobili | tag: , ,

condividi »

Margherita Castellan, coordinatrice dei volontari di Mission Bambini, ci ha raccontato la storia di Notion, un bambino affetto da difetto interventricolare (DIV), una cardiopatia congenita, che è stato operato il 17 novembre presso l’Hesperia Hospital di Modena grazie anche al contributo di Mission Bambini e Fondazione Mediolanum .

“Il piccolo è nato in Zimbabwe nel 2016 ed è stato visitato una prima volta dai medici volontari di Mission Bambini durante la missione di giugno 2018 nel suo Paese. Essendoci dubbi sulla diagnosi, è stato trasferito in Zambia per una seconda visita, durante la missione dei medici volontari di Mission Bambini svoltasi dal 25 ottobre al 5 novembre.

Notion mentre mangia le patatine

Nel corso della missione sono stati diversi i momenti in cui io, Valentina e Veronica, volontarie di Mediolanum, e una consigliera della Fondazione Mission Bambini Svizzera, abbiamo passato insieme a Notion e alla sua mamma Sinikiwe: il giorno del loro arrivo li abbiamo attesi all’aeroporto e li abbiamo accompagnati in ospedale e nei giorni successivi abbiamo sempre dedicato una parte della nostra giornata a loro. Notion si muoveva poco e sorrideva ancora meno; mangiava pochissimo ma andava matto per le patatine… guai a chi gliene rubava una!

Era raro vederlo stare in piedi perché spesso stava seduto sul letto, oppure tra le braccia della sua mamma. Sinikiwe ci raccontava sommessamente la vicenda sanitaria del piccolo e dalle sue parole traspariva la fatica di aver vissuto costantemente questi due anni fuori e dentro gli ospedali. Il suo sguardo era disorientato ma anche pieno di speranza: era evidente che sperava che questa volta Notion potesse risolvere la sua condizione clinica. Durante la missione in Zambia Notion ha compiuto due anni e abbiamo deciso di festeggiarlo con qualche palloncino. In seguito alla visita i nostri medici hanno deciso che non era possibile operarlo in Zambia: all’età di 2 anni, pesava appena 7 kg e procedere chirurgicamente nel paese africano era troppo rischioso. Per questo si è scelto di portarlo in Italia, per operarlo a Modena, presso l’Hesperia Hospital.

Nell’ospedale modenese Notion, insieme alla mamma che lo accompagnava, ha incontrato nuovamente la dottoressa Silvia Braccini che lo aveva già visitato.


Sinikiwe e il piccolo Notion

Il 17 novembre finalmente è stato operato: l’operazione ha avuto successo e dopo qualche giorno di degenza il piccolo è stato dimesso.

Abbiamo voluto fortemente andare a Modena per incontrare di nuovo Notion e la sua mamma e dare loro un supporto morale, per quanto possibile: appena ci siamo rivisti è venuto spontaneo abbracciarci e Sinikiwe sfoderava un sorriso mai visto.

Il piccolo Notion è ancora un po’ reticente nel farlo, ma ci è bastato vederlo camminare e giocare nella sala giochi dell’ospedale per capire quanto stia meglio ora! Che soddisfazione! E ha anche cominciato a mangiare pesa già un kg in più! Rientrerà nel suo Paese, finalmente guarito, a gennaio. Prima della sua partenza, verrà visitato in ospedale per un controllo.”

Attraverso il Programma “Cuore di bimbi” Mission Bambini ha salvato dal 2005 quasi 2.000 bambini nati con una grave cardiopatia in un Paese povero.

Sostieni anche tu il progetto, dona un battito per salvare altri bambini come Notion:

https://www.retedeldono.it/givethebeat18